GAVRILUK

Viaggio Italia - Ucraina in auto

Un argomento già trattato è raggiungere Kiev con la propria auto dall'Italia Per coloro che non si debbano fermare per almeno 15 giorni noi lo sconsigliamo ma se proprio non potete fare a meno della vostra auto eccovi alcune notizie che potrebbero risultarvi utili.

Partendo dall'Italia noi consigliamo la frontiera di Trieste che ci porta in territorio Sloveno. Ricordatevi prima di passare il confine di acquistare presso un autogrill la cosidetta vignetta che vi permette di circolare sulle autostrade Slovene. Se prendete quella con validità una settimana costa 15 euro.
Vi sono diversi tipi di vignette a seconda della durata che vi necessita.
La strada in Slovenia è ottima anche se con pochi tratti rettilineii.
Prendete la direzione Ljubiana e poi dirigetevi verso Zagabria in Croazia. Buone notizie arrivano sul fronte prezzi del carburante in Slovenia, un prezzo che si aggira intorno ad un euro al litro. Accettano ovunque gli euro.
Aggiornamento luglio 2009, in Slovenia sono terminati i lavori dell'autostrada che la collega con l'Ungheria, ora potete non passare dalla Croazia evitandovi così i controlli doganali in entrata ed in uscita. Da Lubiana dovete procedere verso Maribor o poi da li verso Lenti (confine ungherese) dopo dichè vedrete i segnali per Budapest.
Passato anche il confine Croato ed entrati in Ungheria ci dovremo dirigere verso Budapest.
Anche in Ungheria per circolare sulle autostrade è necessaria la "vignetta" e si può comprare solo quella con durata minima di sei mesi (si può anche acquistare online)

Aggiornamento Luglio 2009, è ora possibile acquistare la vignetta ungherese che vale 5 giorni al prezzo di 7,5 euro, la benzina costa come da noi quindi è meglio prevedere il pieno in Slovenia prima di entrare in Ungheria. Con un pieno si riesce ad arrivare sino al confine Ucraino.
Le strade sono belle e si segnala traffico congestionato solo intorno Budapest. Giunti nella capitale dovrete attraversarla per poi riprendere l'autostrada.
Fate attenzione, se non avete il navigatore satellitare qui rischiate di sbagliare.
Passata Budapest ci dovremo dirigere verso il confine Ucraino (segnalato come Miscolk e Debrecen) che comincia essere segnalato una cinquantina di KM prima.
Comunque ci dovremo dirigere verso la località di UZGHOROD, per attraversare il confine Ucraino nella nota località di Zahony.
Giunti al confine Ucraino noterete alla vostra sinistra una fila kilometrica di Camion fermi che aspettano di passare la dogana.
Se siete fortunati troverete poche macchine e quindi dovrete aspettare poco. Giunti al confine subirete i controlli della Polizia di Frontiera Ucraina. Prima di tutto appena passato il ponte di ferro un militare si appunterà la vostra targa su un foglietto che vi consegnerà insieme alla immigration card. Compilate la immigration card e consegnatela insieme al foglio precedente con il passaporto ed il libretto della macchina al primo gabbiotto dove vi controllano i documenti.
Un volta controllati i documenti dieci metri più avanti vi controlleranno i bagagli (di solito sommariamente nel senso che vi chiedono cosa trasportate). Inseriranno i vostri dati nel computer e vi danno il via libera.
Prima di uscire completamente dovrete riconsegnare ad un altro militare, il foglietto su cui era stata annotata la vostra targa e che ora avrà anche il timbro della dogana.
Ricordatevi che dovete avere con voi oltre che la patente ed il libretto della macchina anche il certificato di proprietà. Senza di questo non potete proseguire.
La macchina deve essere intestata a voi oppure se intestata alla ditta dovete avere una delega autenticata.

Terminati i controlli (che sembrano complicati ma che in realtà sono solo formalità) siete arrivati in Ucraina !!
A questo punto il paesaggio cambierà totalmente, siete arrivati nei Carpazi. Il paesaggio è molto bello, sembra di ritornare in un'altra era e non è insolito incontrare animali in mezzo alla strada o carri trainati da cavalli o buoi.
Le case che vedrete ai bordi della strada sono quasi tutte di legno e sarete circondati da un paesaggio rurale a cui non siamo più abituati.
Riprendendo il viaggio proseguiamo verso Lviv che dista circa 250 km.
Ricordatevi che in Ucraina non esistono ancora le autostrade come le intendiamo noi e le strade sono ancora in pessimo stato.
Aggiornamento Luglio 2009 - il manto stradale è stato rifatto ed è ora in buone condizioni, permane sempre la corsia unica per lunghi tratti ed i controlli della polizia, quindi occhio a non sorpassare ove c'è la striscia continua o nei discesoni...
Così per percorrere i 250 km occorrono almeno 5 ore di auto. Attenzione ai limiti di velocità !!! Ogni 10-20 Km troverete un posto di controllo della Polizia con l'autovelox....
Giunti a Leopoli in tangenziale (è una strada piena di buche ma ha due corsie per ogni senso di marcia e perciò viene chiamata tangenziale) localizzate le indicazioni per Kiev.
A questo punto mancheranno poco più di 500 km all'arrivo, ma saranno anche i più lunghi e pesanti.
Infatti in alcuni tratti il Governo ha deciso di procedere al raddoppio della strada o comunque di rifare il manto e per questo si formano delle code kilometriche in cui starete in coda anche un'ora per fare 1 km.
Nel contempo dovete sempre ricordare di rispettare i limiti (quasi sempre tra i 60 e 70 kmh) ma non sarà particolarmente difficile in quanto il manto stradale non permette velocità più elevate.
Se vi fermate a mangiare qualcosa scordatevi una birretta o un bicchiere di vino, il imite permesso è zero, nel caso risultate positivi sarete sottoposti ad un fermo di Polizia con un processo che si terrà il giorno seguente.
Dopo tutto ciò arriverete a Kiev dove le strade sono molto belle (i corsi hanno 4 o cinque corsie per ogni senso di marcia), ovviamente non fatevi prendere troppo la mano perchè ricordatevi che avete una targa straniera e che i controlli sono molto rigorosi.
In Kiev è assolutamente li Ucraini non sono dei geni nella guida, questo sembra dovuto al fatto che la maggior parte delle patenti rilasciate non sono state conseguite in scuola guida....
In caso di incidente anche con danni minimi è obbligatorio lasciare i veicoli in posizione terminale per permettere ai vigili di effettuare i rilievi.
Non occorre nessuna assicurazione particolare se non la carta verde.
A Kiev vendono degli ottimi navigatori satellitari GPS, ed in particolare quello di marca Orion che ha il database delle strade ucraine in lingua latina.
Se non vi siete spaventati... siete pronti per girare la chiave e partire. Noi lo abbiamo fatto ed anche se da questa descrizione sembra un odissea è comunque un'esperienza.
Affinchè il viaggio non sia troppo lungo e stancante vi consigliamo almeno una tappa per dormire a Leopoli (nella sezione dedicata troverete tutte le informazioni utili ed i prezzi), mentre per mangiare vi consigliamo di farlo nei ristoranti disseminati lungo la strada nei Carpazi che porta a Lviv, sono molto carini ed economici.
Buon Viaggio !!
DMC Firewall is a Joomla Security extension!