GAVRILUK

 

Memorial complex KievMuseo della Grande guerra patriottica di Kiev

Non c'è mai stato un posto più terribile della terra rispetto al fronte orientale del 1941-1945. Questo catastrofico scontro di due tirannie sarà con ogni probabilità mai superato negli annali della miseria umana, semplicemente perché non vedremo mai un conflitto armato su una scala così gigantesca di nuovo. Mentre la guerra di Hitler in Occidente è stato un conflitto più o meno convenzionale con  diplomatici, finalità e obiettivi limitati, la guerra nel East fu una 'crociata' o 'guerra di ideologie' in cui tutte le convenzioni furono ignorate e decine di milioni di persone uccise.

L'ascesa di Hitler provoco' un grave conflitto in Europa orientale inevitabile. Il credo nazista del razzismo stabilito nel 1924 nel bestseller di Hitler 'Mein Kampf', in pratica significava la supremazia  del popolo tedesco sugli slavi. Legato strettamente a questa idea è stato spesso citato l'obiettivo di ottenere un 'Lebensraum' o spazio vitale per il popolo tedesco.
L'impero germanico veniva acquisito attraverso una campagna di conquista nelle terre slave ad est.
Dopo crogiolarsi al bagliore delle sue tante vittorie in tutta Europa Hitler si trasferì definitivamente a realizzare il suo obiettivo primario nel 1941. A tal fine ha raccolto la forza di invasione più  possente che il mondo abbia mai visto e ha lanciato un attacco a sorpresa nel mese di giugno. L'Unione Sovieticafu presa di sorpresa  e milioni di truppe dell'Armata Rossa furono fatte prigioniere nei primi  mesi della campagna.


L'Ucraina sentiva il peso dell'Operazione Barbarossa perché Hitler cerco' di garantirsi il famoso 'Granaio d'Europa' per il suo esteso impero germanico e anche perché aveva bisogno del polo industriale e della ricchezza di minerali della regione orientale dell'Ucraina Donbass per mantenere la sua guerra. Come risultato nell'agosto 1941 Hitler ordino' che la priorità era la cattura di Kyiv. Il risultato fu un  movimento a tenaglia massiccia oscillazione verso il basso dalla parte anteriore di Mosca che ha permise ai Tedeschi di occupare Kyiv e registrare un enorme successo. Anche se gli storici sostengono ora che  questo decisione strategica ha svolto un ruolo chiave nella determinazione dei costi di guerra, al momento fu salutata come la più grande vittoria mai ottenuto con le armi, incoraggiando così megalomania del dittatore tedesco e convinzione nel proprio genio militare.

Prima dell'inizio dell'invasione Hitler aveva etichettato il conflitto come una 'guerra di annientamento' quando le norme accettate di guerra non erano piuì applicate. Come risultato di questa guerra totale nel Eastwas fu un oprrore che nessuno al mondo aveva mai visto prima, con la popolazione civile esposta a orrori inimmaginabili.

Milioni di persone furono stati deportate come schiavi, altri gettati in campi di concentramento, molte sottoposte a esecuzioni di massa o a morire di fame. Altri ancora sono stati uccisi nei combattimenti in tutta l'Ucraina che durante gli anni di occupazione come insorti nazionalisti e partigiani sovietici in gran numero si sono scontrati con truppe regolari su entrambi i lati.

In effetti, il patriottismo è un argomento molto complesso quando si parla del fronte orientale e Ucraina in particolare. Chiunque dovrebbe tenere a mente che la parte centrale e orientale delle regioni dell'Ucraina erano state ampiamente russificate grazie a trecento anni di governo zarista, mentre l'Occidente non aveva alcuna esperienza di essere governata da Mosca prima dell'occupazione Sovietica nel 1939.
Gli atteggiamenti variarono abbastanza per la guerra  da regione a regione. Nell'Ovest dell'Ucraina molte persone effettivamente accolsero gli invasori tedeschi nel 1941, vedendo in essi i liberatori dal  giogo sovietico.
Altri, nel frattempo, firmarono fino a combattere in Ucraino nelle divisioni delle Waffen SS o ad arruolarsi nella Wehrmacht. Tuttavia la stragrande maggioranza degli Ucraini che hanno preso parte ai combattimenti erano nemici dei tedeschi.

Anche se non sapremo mai la cifra esatta è stato stimato che circa il 23% di tutte le forze sovietiche erano cittadini ucraini. Per la maggior parte degli ucraini di oggi il fronte orientale è conosciuto semplicemente come la 'Grande Guerra Patriottica' e esso continua ad occupare un ruolo centrale nella psiche nazionale Una volta che la guerra era finita il paese si è trovato geograficamente Unito per la prima volta in assoluto, anche se sotto il dominio sovietico, così la guerra può anche essere vista come un grande passo lungo la strada per l'istituzione di una indipendente Ucraina. Kiev era stato il più grande risultato di guerra dei tedeschi durante il conflitto, quindi è forse per questo che conto' un altissimo numero di vittime ed e' particolarmente giusto che la capitale ucraina e' sede di un complesso di monumento nazionale dedicato ai milioni che hanno perso la vita in questa calamità umana.

L'icona di donna piu' famosa di Kiev

Il 'monumento Patria' domina l'orizzonte ed è uno dei più riconoscibili di Kiev. Questo classico del design sovietico monumentale è una delle prime cose che ogni visitatore della capitale ucraina vede se arriva via ferroviaria, stradale, aereo o in barca! Il lavoro di Vasily Borodai, questo disegno finale è stato scelto a seguito di un lungo processo di selezione nel tardo 1970, durante il quale tutto, da una realizzazione di sesso femminile, un figlio di un soldato con uno scudo sono stati considerati come opzioni. Dalla terra alla parte superiore della spada le misure dell'intera struttura e' 102 metri, mentre la donna misura 62 metri di altezza, con un peso di 500 tonnellate!

I blocchi separati usati per fare la figura completa pesano tra 25 e 30 tonnellate ciascuno, con acciaio inossidabile utilizzato per legare insieme le sezioni. All'interno del monumento stesso ci sono due ascensori, una corsa in diagonale, l'altro in verticale. Mentre è senza dubbio la capitale ucraina punto di riferimento più sorprendente, per molti Kyivites il 'monumento Patria' è un Icona di significato misto, legata inesorabilmente in quanto è sia alla perdita terribile ed eroica della guerra stessa e per il lungo periodo di dominazione sovietica prima l'indipendenza ucraina nel 1991.

Storia del complesso memoriale e museo

L'idea di istituire un museo memoriale dedicato alla Grande Guerra Patriottica in Ucraina è iniziata, nel corso della guerra stessa. Il Comitato Centrale dell'Ucraina Partito comunista ha approvato una mozione per istituire un museo della memoria il 12 giugno del  1943, ma come le prime priorità è rimasta la ricostruzione dell'economia e delle infrastrutture nazionali a fronte della distruzione di massa in tempo di guerra, i progetti di costruzione furono cosi' archiviati per molto tempo. Una delle prime mostre che hanno contribuito a spianare la strada alla creazione di una collezione museo vero e proprio è stato nel 1946 mostra di aprile di reliquie del partigiano contro gli occupanti tedeschi in Kyiv. Al momento della raccolta conteneva tredicimila reperti, e fu visitato da quasi centomila persone ogni anno. Nel mese di ottobre 1974, il primo Stato ucraino Museo dedicato alla grande Guerra Patriottica fu aperto nel Klovskiy Palace. Tuttavia, divenne presto evidente che la sede non era sufficiente per ospitare una raccolta monumentale e sono iniziati i lavori per un complesso memoriale molto più grande.
Il 9 Maggio (Giorno della Vittoria) 1981 il complesso è stato inaugurato con una cerimonia di gala.

All'interno del complesso memoriale

Oggi il museo comprende la raccolta originale unitamente a elementi aggiunti per celebrare il cinquantesimo anniversario della vittoria nel 1995. Il numero totale degli oggetti esposti supera i quindicimila Il concetto dietro il museo mostra è stato quello di creare una impressione generale di tutti i giorni, concentrandosi su le cose che sono facili da capire e difficile da dimenticare. Sarà trovare oggetti personali, le comunicazioni ufficiali, contemporanea manifesti e giornali, lettere dal fronte e oggetti di civili abbigliamento e attrezzature militari in mostra. Ogni sala è d'attualità e cronologicamente disposti, a partire dalla strada alla guerra per finire con la cattura di Berlino, celebrazioni della vittoria, e la conseguenze malinconia del conflitto. Le grandi battaglie di Kiev,
Mosca, Leningrado, Stalingrado, Kursk, il Dnipro, e Berlino sono tutte rappresentate graficamente, mentre il ruolo dell'Ucraina nel conflitto è vividamente illustrato. Altri importanti aspetti della guerra in Ucraina sono anche il ruolo svolto dalla guerriglia nazionalista l'UPA in Ucraina occidentale che combatterono contro i nazisti ei sovietici. Qualsiasi viaggio dei visitatori per il museo termina nella Sala della Gloria, una zona quasi religiosa direttamente sotto la 'scultura Patria' dove sui muri i nomi di ogni singolo soldato a cui fu assegnato il prestigioso 'Premio Eroe dell'Unione Sovietica'. I loro i nomi sono incisi in oro su pareti di marmo bianco, con il maresciallo Zhukov e le sue quattro 'medaglie di Eroe dell'Unione Sovietica' occupa il primo posto!

 


Non sei mai stato a Kiev ? deisderi visitare questa magnifica Capitale ? Guarda le nostre proposte di appartamenti vacanza nel centro di Kiev   Residence Baseina - Residence Rustaveli - Studio - Bilocali - Trilocali - Quadrilocali costruiremo la tua vacanza insieme. Contattaci per ulteriori informazioni.