+38044.3538673 info@ukrainaviaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
+38044.3538673 info@ukrainaviaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Vivere a Kiev

Vivere a Kiev

Spesso riceviamo richieste sulla possibilità di trasferirsi a vivere e lavorare a Kiev. Dal punto di vista burocratico non è difficile ottenere i documenti per la regolarizzazione sul territorio.

Vivere a Kiev – Una volta siglato un regolare contratto di affitto (registrato) sarà possibile fare richiesta del permesso di soggiorno per lavoro. Il rilascio del permesso di soggiorno è subordinato anche allo stato di salute, cioè non devono essere presenti patologie legate all’HIV,  all’alcolismo e alla droga. Effettuati questi esami si passa una visita presso un medico e con il suo nulla osta è possibile farsi rilasciare il libretto sanitario. Tutta la procedura non richiede più di due giorni.

Documenti

Il permesso per lavoro viene poi rinnovato tutti gli anni dietro il pagamento delle tasse locali.  Non è necessario rifare tutte le visite mediche.

Per chi decide di vivere a Kiev deve prendere anche in considerazione di acquisire la residenza anagrafica. Serve un surplus di documentazione da presentare. Ottenuta la residenza dovrete comunicarlo all’Ambasciata Italiana per l’iscrizione all’AIRE.

Vi consigliamo di utilizzare il servizio di una agenzia locale. Vi farà risparmiare molto tempo a dei costi non elevatissimi.

Lavoro

Risolta la parte burocratica non vi resterà che trovarvi un lavoro. Il mercato del lavoro in Ucraina è molto flessibile e non vi sono tutti quegli ammortizzatori sociali previsti in Italia. Gli stipendi sono parametrati al costo della vita, molto inferiori rispetto gli standard europei. Aggiornato a gennaio 2015 (periodo di forte crisi ed instabilità) un lavoro qualificato di un manager ruota intorno i 500 dollari.

Fondamentale è la conoscenza della lingua Russa o Ucraina ad un buon livello sia di parlato che di lettura.

Casa

Per l’appartamento scordatevi un affitto in zona centrale che può arrivare anche a 1.000 euro al mese per un 70 metri quadrati. Meglio optare per un quartiere più periferico dove un appartamento ammobiliato costa sui 400 euro al mese. I contratti generalmente sono annuali ma facilmente rinnovabili. In caso di stipula di un contratto vi chiederanno almeno tre mensilità più la commissione dell’agenzia che avete interpellato in quanto praticamente non esiste un mercato di offerte private.

in quale zona ?

Differente il discorso per chi decide di aprirsi una attività ed ha in programma di effettuare degli investimenti. In questo caso si consiglia ovviamente di affittare un appartamento vicino alla fermata della metropolitana. La metropolitana è molto economica e veloce, soluzione che vi evita di utilizzare l’auto.

Non prendiamo qui in considerazione coloro che decidono di venire a vivere in Ucraina per la pensione, solitamente sono persone che già conoscono molto bene il paese o hanno la moglie Ucraina, spesso hanno già una casa e sicuramente non decideranno di venire nella capitale che non è proprio la migliore soluzione per una serena pensione. Meglio optare per luoghi più tranquilli ed anche molto meno cari quali l’ovet Ucraina specie nella regione dei Carpazi o verso sud nella zona di Odessa per una casa al mare.

Assolutamente sconsigliato a chi decide di vivere a Kiev a seguito di un innamoramento. Spesso in tale situazione si sottovalutano le difficoltà per poi trovarsi in un mare di problemi.  Se proprio volete affrontare questa esperienza (avendo un lavoro sicuro in Italia) prendetevi l’anno sabbatico di aspettativa e provateci, un anno è sufficiente per capire cosa si vuole fare da grandi.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: