+38044.3538673 [email protected] skype: ukrainaviaggi.kiev Viber/Whatsapp: +380936233181

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
+38044.3538673 [email protected] skype: ukrainaviaggi.kiev Viber/Whatsapp: +380936233181

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Piazza Maidan e Kreschatyk

Piazza Maidan e Kreschatyk

La via principale di Kiev non è molto lunga, è poco più di un chilometro. Può sembrare paradossale, ma Kreschatyk diventò il centro della città solo nei primi cinquant’ anni del 900.

In passato dove oggi c’è Piazza Maidan e Kreschatyk vi era un ruscello che si chiamava Kresciatynskyi e divideva la città in due parti, Pecersk e Podol. Nel corso del tempo gli spazi maggiori diventarono delle strade, Kreschatyck e le adiacenti Instytutska, Luteranska, Proriznaya. Fu nel XVIII secolo intorno alla moderna piazza d’Europa che si formarono i primi territori fabbricati.

Kreschatyk ha unito le parti separate di Kiev, Podol, Pecersk. Fu nel novecento che Kreschatik diventò il vero centro della città con gli uffici bancari, la posta, la Duma, le case di tolleranza, i teatri, locali di commercio, ristoranti e locali alla moda.

Nel 1941 Kreschatyk fu distrutta quasi completamente, sono rimasti solo alcuni edifici dai tempi dell’anteguerra. Gradualmente apparvero edifici maestosi con ricchi ornamenti e decorazioni di ceramiche, le colonne portanti dei grandi magazzini erano rivestite di granito. Tutto questo formò un organico e sublime complesso architettonico.

Casa Ucraina
L’Ukrainsky Dim

Kreschatik inizia dalla piazza d’Europa, il cui nome proviene da un albergo che esisteva all’inizio del XX secolo al posto del moderno centro di cultura “Ukrainskyi Dim” (La Casa Ucraina).

Di fronte al Ukrainskyi Dim c’è la Filarmonica Nazionale Ucraina, ex Assemblea dei mercanti, costruita secondo il progetto dell’architetto V. Nikoaev nel 1882; la filarmonica cominciò a funzionare quando si separò la Società musicale russa, fondata nel 1863. Prima che l’Assemblea dei mercanti fu costruita,i concerti erano organizzati nelle sale del Teatro municipale, della Borsa e dell’Università. Con la comparsa della bellissima sala concerti, con un’ acustica magnifica nell’assemblea dei mercanti, tutta la vita musicale della capitale si concentrò nella sala delle colonne che porta il nome dì N. V. Lysenco.

Sul palcoscenico della filarmonica apparvero i più famosi compositori, direttori d’orchestra, cantanti e musicisti: Petro Ciaikovskyi, Sergio Rachmaninov, Oleksandr Skriabin, Mykola Lysenco, Volodymyr Gorovits, Leonid Sobinov, Fedir Scialyapin, Svyatoslav Rikhter, Heinrick Naihaus ed altri. Al giorno d’oggi i più famosi solisti e le migliori orchestre tengono concerti in questa sala.

Nella parte opposta della piazza si trova l’Hotel DNIPRO”. Tra le persone famose che vi hanno soggiornato ci sono le star cinematografiche Sofia Loren e Gina Lollobrigida, il regista Oleksandr Sakurov, i cantanti Julio Iglesias e Patricia Kaas, il letterato James Oldridge e l’attore Petro Ustinov. Oggi l’Hotel, un quattro stelle, ha un’architettura rimasta legata ai tempi sovietici ed è stato sorpassato da molti altri hotel della capitale che hanno saputo seguire il corso del rinnovamento.

Piazza Maidan
Vista dall’alto di piazza Maidan

La piazza principale della capitale, Maidan (Piazza dell’Indipendenza), divide la via Kreshatyk in due. Negli anni passati tutto il mondo ha conosciuto questa piazza centro della Rivoluzione Arancione prima e nel 2013 della rivoluzione della dignità meglio conosciuta come EuroMaidan.

A differenza di tante altre piazze centrali, che vennero fondate al posto dei mercati, di fronte ai templi, la piazza principale di Kiev fu creata al di fuori delle mura della città, vicino al portone Lyadski. Questo portone fu distrutto nel 1240 dalle truppe dei Mongoli e dei Tartari; molte strade  vi si univano intorno  ed  i resti di queste strade sono state ritrovate durante la ricostruzione del Maidan negli anni 2000-2001

Le strade moderne scendono verso la piazza principale dai quartieri della Città vecchia e del Pecersk.

Il complesso architettonico di Piazza dell’Indipendenza è formato da edifici costruiti negli anni 1950 -1970. Vi è l’ufficio postale centrale, l’Unione dei sindacati, l’Accademia musicale nazionale

Alcuni monumenti nuovi sono successivamente apparsi sulla piazza dopo la recente ricostruzione. Una grande colonna di marmo bianco predomina Maidan, su di essa è rappresentata una figura di una ragazza con un ramo di viburno in mano, simbolo dell’indipendenza dello stato Ucraino.

Nella via principale di Kiev è presente anche l’edificio della prima stazione metropolitana “Kreschatik”, costruita nel 1960.

Vicino al al palazzo del Comune di Kiev c’è l’edificio del Grande Magazzino Centrale ristrutturato recentemente e chiamato Zoom, uno dei più grandi magazzini di Kiev. Del resto, Kreschatyk è al primo posto per quanto riguarda il numero di negozi e magazzini. Alcuni anni fa la maggior parte  dei negozi erano costruiti sotto Maidan e sotto la piazza Bessarabska.

Il mercato di Bessarabka
Mercato di Bessarabka

Il mercato coperto di Bessarabsky si trova nella piazza che porta lo stesso nome, situata alla fine Kreschatyk. L’edifìcio fu costruito nel 1912 nello stile moderno ucraino secondo il progetto di G. Gay. Le facciate sono decorate con rilievi dedicati alla vita agreste.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: